Leggi e sentenze

Uccide un gatto della vicina, condannato a pagare 7.000 euro di ammenda

La Cassazione ha recentemente respinto il ricorso di un imputato condannato alla pena di € 7.000,00  di ammenda per aver esploso, in più occasioni e con un fucile ad aria compressa, alcuni colpi verso i gatti che vivono nel giardino di proprietà di una vicina, provocando la morte di uno degli animali.

Leggi questa mia riflessione pubblicata sulla rivista Diritti Animali.

Torna su